Acquistare un immobile prima dell'asta: la trattativa con i creditori

creditoriAcquistare un immobile prima dell'asta: la trattativa con i creditori

 

Quando si decide di acquistare un immobile prima dell'asta bisogna tener conto della presenza dei creditori del proprietario dell'immobile che si aspettano di veder soddisfatto in tutto o in parte il credito da loro vantato. 

Questa, che a prima vista può sembrare una seccatura, in realtà può trasformarsi in un vantaggio economico per l'acquirente quando questi sa come affrontare la trattativa con i creditori i quali nella maggior parte dei casi sono costituiti da banche.

Entrare in trattativa con i creditori, infatti, può significare, in molti casi, ottenere uno sconto anche consistente .

La prima cosa da stabilire è quella di decidere se contattare i debitori personalmente o farsi affiancare da un avvocato. E' consigliabile farsi affiancare da un avvocato, nel caso si sia alle prime esperienze in questo ambito, oppure qualora l'acquisto non riguardi un solo immobile, ma un certo numero immobili, cioè nel caso in cui non si acquisti per propria necessità, ma si sia scelto di guadagnare da questo tipo di compravendite. Quando invece si è già maturata una consistente esperienza in questo tipo di trattative, e si ha la disponibilità di tempo necessaria, è possibile affrontarle personalmente. Nel caso si decidesse di rivolgersi ad un legale bisogna sceglierne uno esperto nel settore, infatti un avvocato preparato in un settore non è detto che lo sia anche in un altro.

Prima di procedere è bene verificare se il proprietario abbia o meno un suo legale. Spesso il proprietario di un immobile destinato all'asta rinuncia alla consulenza legale per evitare ulteriori spese. Inoltre molti non provano neanche a chiedere sconti ai creditori semplicemente perché non sanno che è possibile farlo.

In questi casi l'acquirente può offrire la consulenza del proprio avvocato, o offrirsi di condurre personalmente la trattativa qualora ne avesse le competenze, chiedendo al proprietario, prima di iniziare la trattativa, una riduzione del prezzo dell'immobile. In questo modo entrambi trarranno vantaggio dalla trattativa: riducendo il proprio debito il debitore ricaverà qualcosa in più dalla vendita, mentre per l'acquirente ci sarà la possibilità di pagare meno l'immobile.

Anche i creditori hanno interesse a trattare il loro credito. Nel caso di un'asta immobiliare i creditori specie quando sono più di uno, vengono pagati a distanza di mesi, talvolta addirittura di anni, dovendo attendere la ripartizione della cifra. Inoltre, nel caso di più creditori, può succedere che alcuni di essi non ricavino proprio nulla dalla vendita dell'immobile perché la ripartizione non avviene in modo proporzionale tra i debitori, ma seguendo un ordine di importanza, viene cioè pagato per primo il creditore che vanta un debito maggiore.

Da quanto appena detto si evince che ottenere uno sconto dai creditori è più facile di quanto comunemente si pensi, poiché tutte le parti interessate ne traggono un vantaggio. Ci sono casi in cui però ciò non è vero, ad esempio i creditori potrebbero non avere interesse ad applicare uno sconto qualora il valore dell'immobile sia tale da garantire la copertura del credito vantato.

 

 

1 | 2 | 3




Supporto

Email:
.

Telefono/Cellulare
Panama: +507 3984210
Panama: +507 6613 3517

Servizio al Cliente
Lun-Ven: 8.00 a.m. - 5.00 p.m. (Ora di Panama)
Lun-Ven: 3.00 p.m. - 12.00 (Ora italiana)