Rientrato in Italia Valter Lavitola

Rientrato in Italia Valter Lavitola

valter-lavitolaÈ rientrato in Italia Valter Lavitola, l'ex direttore dell'Avanti, imprenditore e faccendiere, latitante dall'ottobre scorso. Al suo rientro, a Valter Lavitola è stata notificata una nuova ordinanza di custodia, su richiesta della Procura di Napoli. Tra le accuse, ci sono l’ associazione a delinquere, riciclaggio e la corruzione internazionale per presunte tangenti a politici di Panama per la realizzazione di carceri. Su Lavitola pendeva da mesi un’ ordine d’ arresto emesso dai giudici di Bari per induzione alla falsa testimonianza. Nell'ambito delle indagini dei magistrati baresi su Tarantini e il presunto giro di escort nelle residenze dell'ex premier Silvio Berlusconi, Lavitola avrebbe indotto l'imprenditore a rendere dichiarazioni false all'autorità giudiziaria: ossia a dire che Berlusconi non sarebbe stato a conoscenza del fatto che le donne portate a Roma fossero escort. Lavitola è stato trasferito al carcere di Poggio Reale a Napoli. Nel capoluogo campano, infatti, è indagato per rivelazioni di segreto di ufficio e corruzione nell'ambito dell'indagine P4 e per frode fiscale per contributi pubblici per 23 milioni percepiti dal quotidiano l'Avanti di cui era proprietario e direttore. Lavitola ha dichiarato prima della partenza da Buenos Aires: «Torno perché non ne posso più. Sono preoccupato di andare in prigione, ma non sono un delinquente e voglio chiarire la mia posizione». Lavitola era considerato a Panama un imprenditore di successo e uomo chiave di contatto con il Governo italiano.


1 | 2  

 

lavitola 1

lavitola 2

Supporto

Email:
.

Telefono/Cellulare
Panama: +507 3984210
Panama: +507 6613 3517

Servizio al Cliente
Lun-Ven: 8.00 a.m. - 5.00 p.m. (Ora di Panama)
Lun-Ven: 3.00 p.m. - 12.00 (Ora italiana)