Legge il FACTA preoccupa Panama


facta1Legge FACTA preoccupa Panama

E' una notevole preoccupazione quella che sta travolgendo ultimamente il sistema bancario panamense, dopo l'attuazione del Foreign Account Tax Isthmian Compliance Act (FATCA) negli Stati Uniti, che entrarà in vigore il 1 ° gennaio 2013 e che anche Panama ha sottoscritto.
La FATCA (legge sulla conformità fiscale dei conti bancari stranieri), oltre ad essere di complicata attuazione, dovrà essere attuata entro il 30 giugno del 2013, altrimenti le banche saranno sanzionate dal Internal Revenue Service degli Stati Uniti.
Secondo la legge, l'IRS tratterrà il 30% del totale delle operazioni che le banche Panamensi e quelle degli altri paesi svolgeranno al di fuori dell'ombrello della FATCA e che hanno corrispondenti negli Stati Uniti.
Questa legge è un nuovo sistema di obblighi di comunicazione e di imposta preventiva che colpisce principalmente gli operanti nel settore finanziario privato e non finanziari che vogliono mantenere l'operatività finanziaria con gli Stati Uniti.
Mario de Diego, vice presidente esecutivo dell'Associazione Bancaria Panama, ha detto che il paese sta consultando l'IRS per cercare di raggiungere un accordo simile a quello dei paesi come Germania, Gran Bretagna, Spagna, Giappone, Italia e Svizzera.
Il governo degli Stati Uniti giustifica la natura extraterritoriale della legge sulla base del fatto che il suo obiettivo è quello di identificare i contribuenti americani con conti correnti bancari off-shore e prevenire cosi l'evasione fiscale, stimata in 450.000 milioni di euro all'anno.
Così, il FATCA richiede alle istituzioni finanziarie estere situate al di fuori degli Stati Uniti di segnalare automaticamente e periodicamente al fisco le informazioni sui conti detenuti dai contribuenti americani.
Tuttavia non è il governo, ma le istituzioni finanziarie, che sono responsabili per la definizione dei piani di adeguamento dei propri modelli di business, delle politiche, dei processi, dei contratti legali e delle aree di conformità per l'attuazione," de Diego, ha anche aggiunto: "tutto questo colpisce senza dubbio il rapporto degli istituti bancari con i loro clienti, in particolare con i nord americani."
Mario de Diego ha recentemente dichiarato ai media che è potere delle banche decidere se accettare clienti dagli Stati Uniti o meno, ma questo non li esenta dalla ritenuta alla fonte del 30% delle transazioni effettuate con le banche degli Stati Uniti che applicano il FATCA.
"Ci auguriamo, ha concluso De Diego che gli Stati Uniti accettino alcune delle raccomandazioni che sono state fatte e di rinviare le date per l'attuazione del provvedimento."

Supporto

Email:
.

Telefono/Cellulare
Panama: +507 3984210
Panama: +507 6613 3517

Servizio al Cliente
Lun-Ven: 8.00 a.m. - 5.00 p.m. (Ora di Panama)
Lun-Ven: 3.00 p.m. - 12.00 (Ora italiana)